Autism Friendly Beach: in vacanza con l'autismo

Autism Friendly Beach: una proposta per le vacanze delle famiglie con autismo.

Ho scoperto online il progetto Autism Friendly Beach e secondo me è una proposta veramente interessante.

In Italia circa mezzo milione di persone sono autistiche e, se includiamo anche le loro famiglie, stiamo parlando veramente di tantissimi individui con esigenze particolari.

Queste persone desiderano andare in vacanza, ma spesso rinunciano a farlo per paura di non essere accettati, o comunque ben accolti, dalle strutture nel luogo di villeggiatura.

Le difficoltà di relazione non devono essere un motivo per non andare in vacanza serenamente. Dopotutto il mare è di tutti, proprio come il blu è il colore dell'autismo.

Autism Friendly Beach, letteralmente "Spiaggie amiche dell'Autismo", è una proposta dedicata alle vacanze delle persone con autismo e le loro famiglie. L'obiettivo è quello di fare andare tutti in vacanza serenamente, rispettando le particolari esigenze di chi sopporta i disturbi dello spettro autistico.

Autism Friendly Beach: in vacanza con l'autismo
 

Che cos'è il progetto Autism Friendly Beach?

Nel 2013 nasce il progetto Autism Friendly Beach. Ora ti racconto in che cosa consiste questa idea e com'è stata realizzata.

Il piano prende forma, e non a caso, nella famosa riviera romagnola. Infatti la costa adriatica dell'Emilia Romagna è conosciuta come la “riviera del divertimento” e merita questa definizione per le tante attrazioni che offre. Stiamo parlando quindi di una zona turistica evoluta ed attrezzata nell'accoglienza.
 
Lo scopo del progetto Autism Friendly Beach è fare una proposta che aumenti i numeri del turismo, favorendo l'accessibilità accessibilità e l'inclusività delle strutture coinvolte. In questo modo si incrementa la competitività delle PMI della filiera turistica stessa.
 
Possiamo identificare ben tre obiettivi:
  1. accogliere le persone con autismo e le loro famiglie,
  2. promuovere una cultura di base sull'autismo;
  3. creare occupazione per persone con autismo.
 

Una rete di strutture preparate per accogliere le persone autistiche in vacanza

Promosso dall'associazione Rimini Autismo, Autism Friendly Beach raggruppa strutture di Rimini, Riccione, Misano Adriatico, Cattolica e San Marino che accolgono ogni giorno con professionalità e competenza persone con autismo.

Le strutture attrezzate e preparate sono segnalate da appositi cartelli e insegne identificative.

La rete include hotel, stabilimenti balneari, bar e ristoranti. In più sono coinvolti anche i parchi tematici Acquario di Cattolica, Aquafan, Oltremare, Italia in Miniatura e Mediterraneo.

Inoltre la rete romagnola ha istituito un gruppo di educatori professionali che possono diventare dei compagni di avventura per le uscite dei ragazzi più grandi. Così le famiglie possono rilassarsi per qualche ora.

Sul sito di Rimini Autismo trovi l'elenco degli alberghi e stabilimenti balneari preparati nell'accoglienza delle persone con autismo.

Autism Friendly Beach è una rete sociale unica in Europa. Proprio per questo si sta esportando questa magnifica idea anche nelle zone balneari degli altri paesi europei. Come? Continua a leggere per saperne di più.

Autism Friendly Beach: un modello innovativo che sbarca in Europa
 

Autism Friendly Beach: un modello innovativo che sbarca in Europa

Perchè Autism Friendly Beach è innovativo? Lo è perchè non è un servizio “speciale”, dedicato solo per una particolare tipologia di turista, ma nel fatto che esso è rivolto a tutta la famiglia, nella piena integrazione e possibilità di vivere l’esperienza turistica su un piano di parità.

Rimini ha toccato con mano quanto sensibilità e consapevolezza è stata percepita ed apprezzata da tutti i clienti (non solo da quelli con bisogni speciali).

Visto il successo, nel giugno del 2015 questo progetto viene presentato al bando europeo sul turismo per “supportare la crescita del settore turistico” legato al tema dell’accessibilità.

Presentato in Commissione Europea, le spiagge inclusive e amiche dell'autismo partono dall’esperienza locale e sono un modello da estendere nell'intero territorio europeo.

Nel 2016, su un totale di 203 progettivi europei, solo 29 ottengono un finanziamento. Autism Friendly Beach raggiunge un punteggio altissimo.
 

Le mie conclusioni su Autism Friendly Beach

Come genitori di bambini autistici abbiamo il dovere di non precludere delle belle esperienze ai nostri figli. I progetti inclusivi come Autism Friendly Beach ci aiutano ad affrontare questa sfida.

Perchè le persone con autismo amano il mare e gli stimoli della natura in generale? In merito a questo ti consiglio di leggere anche quello che ho scritto sul rapporto tra autismo e natura.

Ti ringrazio per la tua attenzione, spero che questo contenuto ti sia utile.
 

Autore dell'articolo "Autism Friendly Beach: in vacanza con l'autismo":

Invia commento
Lavinia Barracco
Salve, volevo sapere quali sono le strutture ed i villaggi coinvolti in questo progetto. Sto cercando una struttura idonea per una settimana al mare con 2 bambini, di cui uno autistico. Aspetto informazioni, grazie mille.
2 Febbraio 2024
Email Newsletter
Insieme siamo più forti. Restiamo in contatto.